SABAOTH VISUAL ART | Contemporary Art

Il linguaggio del cielo, manifesto artistico.

“Quel che era dal principio, quel che abbiamo udito, quel che abbiamo visto con i nostri occhi, quel che abbiamo contemplato e che le nostre mani hanno toccato della parola della vita (..).

Quel che abbiamo visto e udito, noi lo annunciamo anche a voi, perché voi pure siate in comunione con noi; e la nostra comunione è col Padre e col Figlio suo, Gesù Cristo.” 1Gv1:1-3
L’arte contemporanea è il mezzo espressivo attraverso il quale condividiamo ciò che abbiamo visto e udito”. Questo movimento nasce dal desiderio di portare lo sradicamento di schemi religiosi nella cultura italiana ed europea, disconnessa dalla vera fede e dalle Scritture. Il linguaggio visivo è presente in tutto il testo biblico e da sempre l’espressione artistica è legata al mondo spirituale.

Crediamo che la verità sia una realtà spirituale, perché Dio è Spirito. Rappresentare visivamente Dio non è possibile e Dio stesso nella sua parola ci ammonisce di non rappresentare Lui, né qualsiasi altra persona o cosa possa divenire oggetto di culto e adorazione.

L’urgenza del collettivo è di trasformare la cultura religiosa contemporanea e di restituire la verità di ciò che la parola di Dio dice riguardo se stesso e al nostro rapporto con Lui.

Insieme alla casa galleria OAH, il gruppo SVA produce mostre e organizza salotti artistici nei quali vengono sviscerati i temi e i principi spirituali racchiusi nel testo biblico.

Open Art House realizza inoltre residenze artistiche, che incrementano la crescita professionale degli artisti e che porta trasformazione e ricchezza a casa propria e nella propria nazione.
Vano è il diletto dell’arte che non prepara il popolo all’avvenire, suggerisce un’antica iscrizione, e l’avvenire a cui siamo stati chiamati – scrive l’apostolo Giovanni –  è di avere comunione col Padre e con suo Figlio Gesù Cristo.